Come creare una newsletter Substack in WordPress

Rifat Tutorial WordPress May 5, 2022

Nell'ultimo anno circa, un paio di miei amici hanno inviato newsletter tramite Substack o Ghost invece dei metodi più tradizionali. Entrambe le società offrono un servizio comparabile, con la possibilità di limitare parte o tutto il loro materiale e fornire il resto gratuitamente.

Fino a pochi giorni fa, non mi rendevo conto di quanto fosse facile ed economico ottenere lo stesso aspetto utilizzando WordPress. Puoi creare una newsletter Substack in WordPress.

Colla per newsletter vs. Pugin personalizzato

Per cominciare, stavo pensando di utilizzare le mie e-mail e plug-in familiari per limitare il materiale. " Newsletter Glue " è un plug-in all-in-one che collega il tuo sito WordPress a uno dei provider di newsletter più popolari, come MailChimp.

Se desideri utilizzare MailChimp e limitare alcuni dei contenuti, l'edizione gratuita di Newsletter Glue è tutto ciò di cui hai bisogno. Per utilizzare un servizio come mailerlite o Campaign Monitor, o se desideri uno dei blocchi personalizzati più potenti, dovrai eseguire l'upgrade all'edizione pro dell'app.

Create Amazing Websites

Con il miglior generatore di pagine gratuito Elementor

Parti ora

Dopo aver compilato la tua API, sei pronto per utilizzare Newsletter Glue . Potresti utilizzare un servizio di posta elettronica diverso con una configurazione personalizzata, ma credo che la colla per newsletter sia l'opzione migliore per la maggior parte delle persone.

Nella prossima sezione imparerai che tipo di materiale scrivere e come progettare la tua home page, sia che tu stia utilizzando Newsletter Glue o un altro fornitore. Successivamente, ci sono le istruzioni su come utilizzare Restricted Content Pro per creare una configurazione personalizzata.

Il contenuto

La prima cosa che vedi quando arrivi a Substack è un modulo di registrazione o un link per leggere i termini e le condizioni. Per impostazione predefinita, anche le pagine Informazioni e abbonamento vengono create da Substack. Facciamone altri di questi.

Progettazione della home page

Qualsiasi homepage di Substack contiene elementi molto minimi. Generalmente contiene -

  • un'icona,
  • un titolo
  • una descrizione
  • un modulo di iscrizione e-mail
  • e un pulsante per farmi leggere prima.

Se vuoi produrre la pagina da solo, segui la procedura seguente.

  • Crea una pagina web per questo. Sta a te decidere se chiamarla "casa" o qualcos'altro. Dovresti metterlo come titolo se apparirà
  • Aggiungi un'immagine delle dimensioni di una miniatura e centrala.
  • Dovrebbe essere incluso un titolo (H1 se puoi disabilitare il titolo della pagina come testo di intestazione, h2 se non puoi).
  • Aggiungi una descrizione a un blocco di paragrafo.
  • Aggiungi un modulo di iscrizione alla tua mailing list.
  • La pagina dei tuoi articoli (blog/newsletter/articoli/ecc.) dovrebbe avere un pulsante "Fammi leggere per primo" con il link alla pagina dei tuoi articoli, che dovrebbe essere intitolata "articoli".

Puoi utilizzare il blocco modulo "iscriviti" se hai newsletter glue pro. Se hai solo l'edizione gratuita, puoi creare un modulo incorporabile utilizzando genesis block, MailChimp per WordPress, o semplicemente scaricare il codice HTML da Mailchimp .

Pagina dei problemi passati

Crea una nuova pagina ed etichettala con un titolo come newsletter/articoli/blog. Questo dovrebbe essere l'URL. Non è necessario apportare ulteriori modifiche a questa pagina; dovrebbe rimanere vuoto.

Imposta la pagina che hai appena generato come pagina "Post" in impostazioni, lettura. Contemporaneamente, costruisci la home page che hai creato.

Informazioni sulla sezione

Le pagine Informazioni sono spesso tra le prime due pagine più frequentate del tuo sito web. L'errore più comune è parlare di te piuttosto che del cliente. Questo è un punto critico da ricordare dal marketing reso semplice.

Il contenuto predefinito del sottostack include un semplice modello che potresti voler utilizzare, che include un titolo, una breve descrizione e alcune informazioni.

La maggior parte delle pagine di informazioni descrive qualcosa piuttosto che enfatizzare la sua utilità per l'utente. È simile alla Pepsi che afferma di essere una bevanda zuccherata o alla Mercedes che afferma di essere un'automobile di lusso tedesca. Concentrati su come andrà a beneficio del lettore.

Il tuo primo post

Una volta che il resto dei tuoi contenuti è a posto, non resta che comporre il tuo primo pezzo e promuovere la tua newsletter. Puoi farlo utilizzando post ordinari e pubblicando alcuni contenuti, oppure creando un tipo di post personalizzato chiamato qualcosa come una newsletter e usandolo per i tuoi post.

Hai un'opzione.

Configurazione personalizzata

Mentre la colla per newsletter è un servizio eccellente che fornisce un metodo economico e facile da usare, potresti preferire qualcosa di più personalizzato.

Servizio di posta elettronica

Puoi utilizzare qualsiasi provider di posta elettronica per questo, ma se desideri qualcosa che sia strettamente connesso con WordPress, mailpoet è la strada da percorrere.
Diverse possibilità che preferisco includono quanto segue:

  • Sendfox (che personalmente suggerisco. Inizia gratuitamente con un acquisto una tantum su Appsumo fino a quando non avrai una domanda significativa.
  • ConvertnKit (ottimo servizio di posta elettronica, ora ha un piano gratuito ma funzionalità limitate.)

Configura il servizio che hai scelto in base ai parametri.

Limitazione dei contenuti

Potresti mantenere la tua newsletter completamente a disposizione del mondo. Ciò incoraggia più persone a condividere e migliora la rilevabilità della ricerca.

Tuttavia, se desideri invogliare le persone a iscriversi alla tua mailing list o se desideri fornire un abbonamento, avrai bisogno di un meccanismo per limitare l'accesso a tali informazioni.

Uso limit content pro da diversi anni ormai, dopo averlo acquistato per un corso online. Può essere utilizzato anche per le newsletter. La versione gratuita ti consente di limitare i contenuti esclusivamente agli abbonati, mentre la versione pro ti consente di addebitare l'accesso.

La versione gratuita non richiede alcuna configurazione; seleziona semplicemente un post da limitare o utilizza lo shortcode di restrizione per nascondere determinati contenuti.

L'edizione pro include plug-in che si collegano a una newsletter e aggiungono automaticamente abbonati, oltre a un gateway di pagamento.

Un'alternativa è Memberful , che ti consente di accettare pagamenti (meno la loro quota 10%), ma richiede un canone mensile per dare iscrizioni gratuite.

Gestione abbonati

Una volta che il tuo stack tecnologico è a posto, il vero problema diventa acquisire abbonati. Questo potrebbe essere un argomento separato, ma qui ci sono alcuni brevi pensieri.

  • Procedi verso i luoghi in cui si riuniscono già i tuoi potenziali abbonati.
  • Produci contenuti eccezionali
  • Invita coloro che sono ben informati sulla tua materia.
  • Diffondi anticipazioni e incoraggia gli altri a iscriversi.

Pensieri finali

Mentre Substack e Ghost sono senza dubbio più facili da configurare per una newsletter con restrizioni, se sei interessato a una newsletter gratuita e desideri utilizzare WordPress, è del tutto possibile replicare l'esperienza di Substack.