Che cos'è il file .htaccess di WordPress e come configurarlo?

Rifat Tutorial WordPress Jul 29, 2021

Il file .htaccess è un file core di WordPress tanto necessario che normalmente usiamo per modificare o sovrascrivere la configurazione a livello di server. Molte volte, l'aggiornamento o la modifica delle regole sul file .htaccess di WordPress può risolvere facilmente problemi operativi complessi. Questo è un argomento molto familiare agli sviluppatori web di WordPress. Nel tutorial di oggi, proveremo a dimostrare tutto sul file .htaccess e impareremo come configurare il file .htaccess su WordPress. Il post di oggi è significativo per i nuovi sviluppatori di WordPress. Quindi andiamo avanti senza indugio.

Che cos'è il file .htaccess?

Il file .htaccess è un file di configurazione che utilizziamo per regolare il server web Apache. Fornisce al server una serie di indicazioni per controllare il nostro sito Web, come reindirizzare gli utenti, implementare la protezione tramite password nella sezione di amministrazione, difendere la directory dei file e così via. Risiede nella cartella principale di WordPress e controlla in modo definitivo reindirizzamenti, cache e permalink.

Il percorso del file .htaccess

Se visitiamo la directory principale del sito Web dal file manager tramite Cpanel, vedremo che quasi tutti i file hanno i soliti nomi di identificazione ed estensioni. Tuttavia, non esiste un nome generico o un'estensione per il file .htaccess. Il suo nome inizia con un punto perché la posizione di questo file è nascosta sulle piattaforme Unix e Linux. Se non trovi il file .htacess nella tua directory principale, probabilmente il tuo client FTP sta nascondendo il file. In tal caso, devi trovare un'opzione per visualizzare i file nascosti dai client FTP per vedere il file .htaccess.

Qui puoi vedere alcuni nomi di file che iniziano con .htaccess in un colore più chiaro rispetto al resto dei file. Parleremo della visualizzazione di questi file se non sono disponibili nella directory principale.

Create Amazing Websites

Con il miglior generatore di pagine gratuito Elementor

Parti ora

L'uso di file .htaccess in WordPress

Il file .htaccess viene utilizzato per reindirizzare gli URL, il che rende gli URL facilmente leggibili e SEO friendly. Sappiamo già che il file .htaccess risiede nella directory principale e il motivo per cui rimane qui è che installiamo WordPress nella stessa directory. Qui si trova un altro file chiamato index.php. Puoi gestire facilmente i formati dei link per il tuo articolo pubblicato dalla dashboard di WordPress. Puoi facilmente inserire un URL con la combinazione di mese, giorno, nome del post, categoria dall'opzione Impostazioni.

Se cambi i formati, WordPress lo salverà direttamente nel file .htaccess. Le modifiche alla struttura dell'URL verranno riscritte nel file .htacceess e le modifiche verranno eseguite immediatamente. Ecco un semplice esempio di come appare la riscrittura degli URL nella directory.

# BEGIN WordPress
# The directives (lines) between "BEGIN WordPress" and "END WordPress" are
# dynamically generated, and should only be modified via WordPress filters.
# Any changes to the directives between these markers will be overwritten.
>IfModule mod_rewrite.c/IfModule

Queste regole possono variare di numero se hai più plugin installati in WordPress. Ad esempio, i plug-in di sicurezza attivati del tuo sito Web possono aggiungere più regole all'elenco per impedire l'accesso a questo sito Web da determinati indirizzi IP che sono nella lista nera a livello globale e accessibili solo agli IP nella lista bianca. Inoltre, questi plugin possono portare molte regole al file .htaccess per bloccare spambot e commenti, immagini di hotlink e minacce anonime.

L'immagine sopra è un esempio di regole nel file .htaccess impostato dal plugin All in One WP Security .

Inoltre, troverai diversi tipi di file creati memorizzando nella cache i plugin che hai installato in WordPress per l'ottimizzazione. Ecco un esempio di regole relative alle date di scadenza impostate da un plug-in di cache.

Trovare e aggiornare i file .htaccess

Il server web Apache e i file .htaccess lavorano insieme. Significa che non puoi trovarlo su Nginx o su altri server. Se non lo trovi nella directory principale, informa il tuo provider di hosting per verificare se è in esecuzione su Apache o su qualsiasi altra tecnologia server.

Inoltre, WordPress deve disporre delle autorizzazioni necessarie per accedere e modificare il file .htaccess. Modifica i permessi dei file per dare a WordPress l'autorizzazione sufficiente per aggiornare il file.

Nozioni di base sui file .htaccess

I plug-in di sicurezza nel sito Web hanno molto più da fare che scrivere poche righe sul file .htaccess. Abbiamo bisogno di capire le basi di questo file e il metodo di lavoro per conoscere meglio e come si verificheranno le modifiche. Inoltre, questa conoscenza di base ti aiuterà ad aggiungere regole per eseguire semplici attività come reindirizzare gli URL, la sicurezza della pagina e modificare gli URL senza alcun plug-in installato.

È necessario eseguire un backup del file .htaccess prima di apportare modifiche perché gli errori costeranno molto se non lo facciamo. Anche il tuo sito web può comportarsi in modo strano e il layout del tuo design può crollare. Se accade qualcosa di imprevisto, puoi sostituire il file modificato e far funzionare il tuo sito Web in nessun momento.

Puoi scrivere sia commenti che codici all'interno del file .htaccess. I commenti iniziano con # come primo carattere. Diamo un'occhiata a come scrivere cose su file .htaccess.

Reindirizzamento del vecchio URL

Supponiamo di avere un post ampiamente conosciuto con un vecchio URL che non è più funzionante. Potrebbe essere qualcosa associato a un prodotto che non vendi più sul tuo sito web. In tali situazioni, potresti voler reindirizzare i visitatori alla tua nuova pagina web tramite il vecchio URL. Puoi aggiungere la seguente riga di codice al file .htaccess.

Redirect 301 /some-old-post-url/ /new-post-url/

Puoi reindirizzare un intero sito Web a un nuovo URL utilizzando lo stesso comando. Ad esempio, vogliamo reindirizzare una pagina alla nostra home page. Questo sarà il codice per quello.

Redirect 301 /post-url/ https://codewatchers.com/en

Memorizzazione nella cache di file comuni

Una cache è un insieme speciale di file temporanei archiviati dai nostri browser o dispositivi per far funzionare l'app/il sito Web in modo più rapido ed efficiente. Se visitiamo un sito Web/app per la prima volta, una cache memorizza le immagini e altri dati pertinenti sul browser/dispositivo. Per un sito Web, il file .htaccess possiede le regole per quella funzionalità di cache invece di caricare ripetutamente i dati per ogni nuova visita. Ecco un esempio di funzionalità cache sul file .htaccess.

>IfModule mod_expires.c/IfModule

Qui i numeri scritti dopo A indicano i secondi totali per i file da memorizzare nella cache. In un altro modo, puoi aggiungere un periodo di tempo leggibile dall'uomo invece dei secondi.

>IfModule mod_expires.c/IfModule

Reindirizzamento a una pagina sicura

Possiamo anche utilizzare il file .htaccess per reindirizzare gli utenti da una pagina HTTPS a un'altra. Qui, il flag R comanda al server di inviare il codice di risposta richiesto e i comandi flag L per interrompere l'elaborazione delle regole impostate.

RewriteEngine On 
RewriteCond %{HTTPS} off 
RewriteRule ^(.*)$ https://%{HTTP_HOST}%{REQUEST_URI} [R=301,L]

Conclusione

Oggi abbiamo un'introduzione dettagliata del file .htaccess e come possiamo modificarli in base alle nostre esigenze. Semplici modifiche in questo file possono salvare dall'installazione di un pesante plug-in per la cache o lo schema di sicurezza, infine, alcune regole comuni da aggiungere al file .htaccess se non esistono già. Spero che trovi utile questo post e, in tal caso, lasciaci un commento prezioso su questo post o eventuali suggerimenti. Inoltre, puoi condividere il post e sarà FANTASTICO da parte tua.